Travelrave.me

Travelrave.me

SCARICA MOLLA TMAX

Posted on Author Mikatilar Posted in Rete


    Tipo fuoriuscita della molla dal rondellone.. Qualcuno ha mai Ce n'è anche uno con i test di tutte le molle per tmax, con tanto di grafico. travelrave.me › accessori-moto › rondella-rondellone-scarica-molla-. Vendo rondellone scarica molla per t-max e , nuovi mai usati. Essenziale per il montaggio del cuscinetto spring slider Bettella-Pinasco. Monta su. Rondellone scarica molla per t max! Permette di scaricare la molla di contrasto in abbinata con lo slider pinasco betella. Disponibile - 4 millimetri per montare un.

    Nome: molla tmax
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file: 18.29 MB

    Ultima modifica: 18 Febbraio Visite: Eccoci finalmente a trattare un argomento "caldo" su diversi forum Su questo componente se ne sentono un po' di ogni, e molti mi hanno preceduto nel parlarne anche qui. Bene, allora eccoci: ho montato lo spring slider e contemporaneamente cambiato la frizione, intervento che non interferisce con il funzionamento di questo componente e, quindi, non ne altera la valutazione.

    Non mi dilungo su cosa sia e come funzioni lo spring slider, l'hanno già fatto altri. Ovviamente lo spring slider, se ha una valenza, la stessa è funzione dell'ampiezza di questo movimento.

    In pratica in entrambi i casi il bicchiere si svincola o dalla molla o dal collare, consentendo l'effettuazione della torsione.

    Infatti il famoso attrito dannoso non è quello che avviene sul corpo che invece è essenziale al funzionamento efficiente , ma il solo presente sul piede del collare. Quando smontiamo il complesso, sarà quindi possibile trovare il bicchiere che tende ad essere solidale con la molla o con il collare, in funzione della posizione delle spire al momento in cui la molla era stata assemblata.

    Spring Slider Molla Contrasto Variatore Originale Pinasco Yamaha Tmax T-Max 500 530

    Questo è il "segreto" del collare ideato dalla Honda. Ovviamente non si basa solo sul basso attrito del teflon, che altrimenti nemmeno renderebbe spiegabile il perchè non avessero usato una semplice rondella MOX Non c'è bisogno di dibattiti.

    Anch'io la penso come Mox, dal punto di vista puramente prestazionale! Io credo che nel tempo e pure nel lungo tempo lo Spring Slider possa avere una sua efficacia e un suo perchè. Primo: si elimina il mefitico bicchierino non ho dubbi che funzioni, ma non avrà mai l'efficacia dello Spring Slider.

    E solo questo fatto mi rende felice Secondo: la molla di contrasto non si torce mai con il cuscinetto installato. Con il bicchierino si, per cui è indiscutibile che la durata sarà maggiore. E' un fattore "meccanico".

    Terzo: sul mio mezzo frizione di serie, cassa filtro di serie, rulli "abbastanza pesanti" da 21,5 grammi la sensazione di maggior fruibilità e costanza della trasmissione è evidente e ben percepibile. Se si prova lo Spring Slider con rulli, frizione e filtro aria di serie, si dovrebbero sentire i benefici maggiori. Non per migliorare le performances, ma solo per avere quel minimo di sicurezza di buon funzionamento della trasmissione in più. L' unico vero intervento da fare sul SW, quasi obbligatorio, è la sostituzione dei rulli con quelli da 21 grammi se non di grammatura ancora inferiore.

    Yamaha t max tmax

    Quelli di serie sono troppo pesanti Sabba ecco Sabba mi ha tolto le parole di bocca Il componente in se la candela all'iridio che paragoniamo allo spring slider è più "fine" meglio elaborato e curato , ma la resa all'atto pratico è assolutamente identica alla candela al platino che paragoniamo al bicchiere in teflon , almeno sul motore del sw Proprio per questo il bicchiere ottiene lo stesso effetto dello spring e annula il vantaggio che altrimenti lo stesso indubbiamente avrebbe.

    Mi rendo conto che il suo funzionamento sia molto meno intuitivo rispetto la semplicità di un cuscinetto, ma la funzione ed il risultato sono i medesimi. Se proprio vogliamo spingere all'assurdo il paragone fra le 2 soluzioni tecniche, possiamo dire che: Spring: pro: vantaggio nei primi gradi di apertura, nonchè nelle variazioni nell'ordine di 2 gradi, in forza della bassisima resistenza offerta dall'attrito volvente.

    Per cui se mai fosse immaginabile voler provare a rilevare la possibile differenza, andrebbe cercata attraverso l'esame della curva di cambiata. Ovvero si dovrebbe rilevare al crescere del peso dei rulli e quindi del tempo necessario a completare la fase di apertura del correttore. Lo ripeto Sabba ha fatto e probabilmente potrebbe far bene a montare lo spring su altri scooter.

    MOTO2000: dal 1993 punto di riferimento per tutti gli amanti delle due ruote.

    Gli ho fatto vedere la curva di potenza di un t-max che non aveva il sistema orginale di Honda , il guadagno alla massima velocità è stato di oltre 2 cv! Che dire Ma è sopratutto quando finalmente si ruota il comando del gas, che il TMAX propone il meglio del suo repertorio. Un cocktail di performance motoristiche e rigore ciclistico che si esprime ai massimi livelli su ogni percorso. La stabilità sul veloce è notevole, mettendo al riparo da indesiderati ondeggiamenti, mentre la protezione aerodinamica consente di viaggiare abbastanza comodi a medie autostradali.

    Potrebbe piacerti:GEDIT SCARICARE

    Mangiacurve Ma è sulle strade tortuose che secondo me il TMAX si esalta e lascia dietro gran parte della concorrenza. La frenata si conferma decisa e modulabile, l'ideale per "apparecchiare" ingressi in curva fulminanti, perfettamente sostenuti dalla forcella, che propone la classica quadratura del cerchio tra sportività e comfort, lavorando molto bene col resto della ciclistica.

    Davvero un gran bel divertimento! Tanti, inoltre, gli accessori presenti in catalogo per personalizzare al meglio il proprio scooter, con un maggiore accento di sportività o comfort, in base a gusti ed esigenze.

    Mi piace o non mi piace? Il Re, dei maxi-scooter. Alte prestazioni, capacità di andare forte, certo, ma Un modello che in questa ultima versione raggiunge una maturità davvero invidiabile e, soprattutto in versione DX, la capacità di raggiungere anche un pubblico nuovo, più esigente e attento ai particolari; e che magari non vuole rinunciare ai tipici comfort automobilistici vedi ad esempio cruise control e il riscaldamento per sella e manopole quando passa dalle 4 alle 2 ruote.


    Articoli popolari: