Travelrave.me

Travelrave.me

APP LAPET SCARICA

Posted on Author Dilar Posted in Rete


    Contents
  1. Che cosa sono i Kobo Super Points?
  2. Webmail PEC Sicurezza Postale
  3. Cagliari. I tributaristi all’Università per la fattura elettronica
  4. Studio di Consulenza Tributaria & Fiscale di Daniela Guidotti

Cari associati,,, rammentando che l'App Lapet, è disponibile sugli App store Android e iOS, invitiamo chi ancora non lo avesse fatto a scaricare la nuova. travelrave.me si rifà il look. A caratterizzare il nuovo sito dei tributaristi Lapet un design accattivante e d'impatto. Una progettazione che, in linea con i trend del. Lapet è l'app per gli Associati dell'Associazione Nazionale Tributaristi LAPET. Consente di poter controllare il proprio profilo, controllare i propri crediti formativi, . Download Lapet apk for Android. App ufficiale LAPET - Associazione Nazionale Tributaristi.

Nome: app lapet
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza:Solo per uso personale
Dimensione del file: 26.20 MB

Accedi al servizio Webmail PEC. L'accesso alla Webmail viene effettuato inserendo i parametri 'Nome utente' e 'Password'. Non è necessaria alcuna configurazione per l'utilizzo della casella. Richiedilo , compila la richiesta di attivazione.

Il servizio PEC Sicurezza Postale mette a disposizione una fruibile Webmail che permette di leggere, inviare e gestire la propria casella PEC da qualsiasi postazione internet. Inoltre, nel grafico in basso a sinistra è possibile monitorare la percentuale di spazio occupato all'interno della Webmail.

È nel nostro interesse sostenere la legge in quanto impostata verso una più rapida accelerazione dei tempi di risoluzione delle controversie giudiziarie, in modo da superare le attuali lentezze. Per questo continueremo a sollecitare i nostri associati, affinchè si attivino al meglio nell espletamento del delicato incarico ricevuto dal giudice nella fase in cui si forma il convincimento circa la responsabilità delle parti in giudizio ha aggiunto il presidente.

E intanto, tutelare la professione, continuerà ad essere l impegno della Lapet, al fine di preservare tanto le competenze professionali già acquisite, CTU per l appunto, quanto, alla luce della Legge n.

Che cosa sono i Kobo Super Points?

Solo per fare un esempio, il recente riconoscimento ottenuto grazie al pressing politico dell associazione, rivolto ad estendere ai tributaristi la rappresentanza ed assistenza dei contribuenti presso gli uffici dell amministrazione finanziaria art.

Anche per il , il sistema di copertura assicurativa è automatico e gratuito all atto dell iscrizione o del rinnovo all associazione. Il valore economico dei servizi che rendiamo agli associati è di gran lunga superiore al costo della quota associativa. Pertanto, mentre sui quotidiani specializzati si legge ancora della persistenza di difficoltà applicative da parte di alcune categorie professionali, per la Lapet l RC professionale è prassi consolidata da anni.

Anticipando notevolmente i tempi normativi che ne hanno disposto l obbligatorietà dal 15 agosto , - ha ricordato il presidente - fin dagli anni 80 abbiamo stipulato le prime polizze RC professionali. Dal abbiamo poi disposto, da statuto, l obbligo delle polizza professionale per tutti i nostri iscritti.

L associazione allora esercitava continui controlli per verificare la puntuale sottoscrizione e la regolarità delle sue condizioni. Per velocizzare e semplificare questo processo, dal abbiamo realizzato un iniziativa che rende automatica e soprattutto gratuita la copertura del rischio professionale all atto dell iscrizione o del rinnovo della quota associativa.

Oggi, quindi, siamo in grado di garantire all utenza e alla Pubblica Amministrazione che un tributarista qualificato Lapet è sempre un professionista assicurato. Senza considerare poi che la polizza in questione, oltre ad essere sottoscritta con primaria compagnia assicurativa a livello mondiale, ha una copertura ad ampio raggio, con un massimale iniziale di 1milione di euro.

Riguarda, solo per citarne alcune, l attività di perito ed esperto in tributi, incluse attività di mediazione, responsabilità civile professionale, l attività di revisore in enti privati e pubblici, responsabilità civile verso terzi per conduzione di locali adibiti ad uffici e responsabilità civile verso prestatori di lavoro.

Con questa polizza siamo riusciti ad ottenere il nostro duplice obiettivo: garantire a tutti gli iscritti un livello adeguato di copertura e tenere indenni i clienti dei nostri professionisti da perdite patrimoniali involontariamente cagionate nell esercizio dei doveri professionali per errori o omissioni.

Il fatto poi che la copertura sia garantita da un ente terzo, quale è la nostra associazione, rappresenta, per l utenza, un ulteriore garanzia di affidabilità e qualità dei nostri tributaristi ha aggiunto Falcone. Va evidenziato, per altro che i clienti dei tributaristi Lapet non dovranno preoccuparsi nemmeno di verificare le condizioni di copertura, in quanto la polizza è pubblica e verificabile direttamente on line sul sito www.

La nostra polizza è l esempio lampante di come si possa realmente garantire la tutela dell utenza e al tempo stesso assicurare un livello adeguato di copertura al professionista ha suggerito Falcone.

U n impegno notevole quello che compete ai nostri dirigenti, che sono certo sapranno portare avanti compiutamente. Soltanto attraverso la reciproca collaborazione, il dialogo basato sulla fiducia e, spesso, il semplice buon senso, si potrà migliorare costantemente l efficienza degli organi statutari della nostra Associazione.

Il tutto sempre e comunque nel rispetto della sovranità di Statuto e Regolamenti ha dichiarato il presidente nazionale Roberto Falcone. Una rete operativa di uomini e mezzi al servizio degli associati. A seguito del rinnovo delle cariche del direttivo nazionale avvenute nell ultima assemblea nazionale che ha visto riconfermato il presidente nazionale Roberto Falcone, ora sono pronti a mettere in campo tutta la loro professionalità ed esperienza anche tutti i responsabili degli uffici e commissioni, al fine di raggiungere un sempre maggiore proselitismo associativo.

Romanelli Mario Membro Avv. Un argomento questo, ai più certamente non nuovo. Da tempo infatti l associazione si spende per evidenziare quanto tale documento sia fondamentale nella gestione della clientela e rappresenta uno strumento di tutela per il Tributarista Lapet.

La legge specifica che, il compenso professionale, deve essere pattuito al momento dell incarico. Il Tributarista deve, pertanto, rendere noto al cliente, il grado di complessità dell incarico, fornendo tutte le indicazioni utili circa gli oneri ipotizzabili dal momento del conferimento alla conclusione dell incarico. La norma non prevede, sia in fase di preventivo che di conferimento dell incarico, la forma scritta, ma è fortemente consigliata, perché, in caso di contestazione, è il Tributarista che sarà chiamato a provare di aver adempiuto agli obblighi di legge.

Il mandato, dovrà essere redatto nel modo più esaustivo possibile, con espliciti richiami a norme del Codice Civile ed a tutte quelle norme che hanno rilevanza per la nostra professione privacy, anti-riciclaggio , al fine di disciplinare adeguatamente il rapporto professionale, prevedendo una Massimo Paccgnini serie di accordi e di obblighi, tesi a tutelare sia il Tributarista che il cliente. Passando poi al contenuto del mandato, possiamo ipotizzare due macro classi di clausole contrattuali: quelle indispensabili e quelle opportune.

Le clausole indispensabili si possono raggruppare: nell oggetto dell incarico, nel compenso, negli obblighi del cliente e del professionista, nel recesso e nelle norme di rinvio. Le clausole opportune riguardano: la clausola compromissoria, la risoluzione per eccessiva onerosità art del C. Addentrandoci, ora, sui singoli punti del mandato. Oggetto della prestazione: cercare di definire, in modo puntuale, l oggetto dell incarico al fine di comprendere, e far comprendere, al meglio, quelle che sono le esigenze prospettate e di conseguenza impostare nella maniera più corretta, l esecuzione dell incarico, limitando e circoscrivendo, a specifiche fattispecie, l eventuale propria responsabilità.

Il compenso: specificare analiticamente e nel miglior modo possibile tutte le singole prestazioni previste, specificare il totale dovuto, quando questo debba essere corrisposto, se sarà soggetto ad aumenti ISTAT e se potranno essere richiesti acconti. E consigliabile, ulteriormente, specificare eventuali spese e contributi che potranno essere addebitati. Obblighi del Tributarista: la diligenza nello svolgimento dell incarico prevista e richiesta dalla nostra professione art c.

Diritti ed Obblighi del Cliente: il cliente ha diritto di essere informato, in ordine all esecuzione del mandato; ha l obbligo di far pervenire la documentazione necessaria all espletamento dell incarico, esentando il Tributarista da ogni responsabilità per mancata o tardiva esecuzione dell incarico, dovuta al ritardo, incuria o inerzia, da parte del cliente.

Riportare, nel mandato, le clausole esplicite per giusta causa di recesso es. Recesso del Cliente: prevedere una clausola per il recesso del Cliente, il quale dovrà, quantomeno, pagare il compenso dovuto per l opera già svolta. Diritto di ritenzione: il Tributarista non ha diritto di ritenzione rischia l appropriazione indebita , ma si possono inserire clausole per disciplinare le modalità ed i tempi di restituzione dei documenti del cliente, in occasione della risoluzione del rapporto.

Clausola compromissoria e Foro competente: inserire nel mandato, questa clausola, è di fondamentale importanza al fine di ottenere, in tempi rapidi il soddisfacimento dei propri averi, in quanto, ricorrendo alla mediazione, oltre al risparmio economico, sia per il Tributarista che per il Cliente, si ha una notevole riduzione dei tempi del procedimento, perché, lo stesso, si deve concludere, per legge, entro e non oltre 90 giorni.

Come avete potuto notare, il mandato contiene una regolamentazione del rapporto Tributarista-Cliente per cui, come già detto in precedenza, una buona stesura del mandato, tutela il cliente, ma soprattutto tutela il Tributarista. E uno dei tantissimi vantaggi di essere iscritti alla nostra Associazione. I l 27 febbraio scorso si è svolta la cerimonia di inaugurazione dell anno giudiziario tributario presso l Aula Magna della Suprema Corte di Cassazione, a Roma.

Ha partecipato per la Lapet il Presidente nazionale Roberto Falcone su invito del Presidente del Consiglio di presidenza della Giustizia tributaria On.

Mario Cavallaro. Dopo il saluto del Primo Presidente della Cassazione, Giovanni Canzio, il Presidente del Consiglio della Giustizia tributaria, Mario Cavallaro ha relazionato sull attività del Consiglio: La ricorrenza si celebra in un momento difficile e complesso non solo per la vita del Paese e delle istituzioni europee, ma anche per la magistratura tributaria. Ennio Attilio Sepe Presidente dell Associazione magistrati tributari ha precisato: La presente cerimonia è la quattordicesima edizione dell inaugurazione dell anno giudiziario tributario ed ancora una volta ci troviamo nella condizione di dover ribadire l assenza dopo la riforma del 92 di qualunque intervento legislativo diretto ad adeguare la giustizia tributaria al modello di giurisdizione dettato dalla Costituzione e dalla Convenzione per i diritti dell uomo per ogni giurisdizione, fondato sul principio dell indipendenza anche sotto il profilo della mera apparenza ed al riconoscimento di uno status giuridico ed economico del giudice tributario corrispondente all importanza della funzione che esercita.

La Commissione ha pubblicato inoltre una relazione sull attuazione del patto di bilancio, una relazione che analizza la situazione del debito in Italia e una relazione su un caso di errata rappresentazione delle statistiche in Austria, unitamente a una proposta al Consiglio relativa all imposizione di un ammenda a questo paese.

Gli Stati membri stanno progredendo nell attuazione degli orientamenti strategici individuali ricevuti l anno scorso in relazione al triangolo virtuoso che consiste nel rilanciare gli investimenti, portare avanti le riforme strutturali e garantire politiche di bilancio responsabili. Questa valutazione dei progressi degli Stati membri fa parte del ciclo annuale di coordinamento delle politiche economiche a livello di UE ed è nota come pacchetto d inverno del semestre europeo.

Il pacchetto fa seguito alle previsioni economiche pubblicate la settimana precedente. Le 27 relazioni per paese pubblicate per tutti gli Stati membri tranne la Grecia, attualmente oggetto di un programma specifico di sostegno alla stabilità contengono un analisi della situazione delle economie degli Stati membri effettuata dai servizi della Commissione e comprendente, ove pertinente, una valutazione degli squilibri macroeconomici.

Webmail PEC Sicurezza Postale

Dopo la pubblicazione, a novembre, dell analisi annuale della crescita e delle raccomandazioni per la zona euro, in cui erano indicate le priorità per l anno successivo a livello europeo, il pacchetto odierno sposta l attenzione verso la dimensione nazionale del semestre europeo, in previsione delle raccomandazioni specifiche per paese che saranno presentate in primavera.

La pubblicazione anticipata delle relazioni per paese, che precede la presentazione dei programmi nazionali e l aggiornamento delle raccomandazioni specifiche per paese, rientra negli sforzi compiuti dalla Commissione Juncker per razionalizzare e rafforzare il semestre europeo.

Il suo scopo è consentire un dialogo con gli Stati membri sulle priorità europee e nazionali e rispecchiare la maggiore attenzione riservata agli aspetti occupazionali e sociali. Il Vicepresidente Valdis Dombrovskis, responsabile per l Euro e il dialogo sociale e competente per la stabilità finanziaria, i servizi finanziari e l Unione dei mercati dei capitali, ha dichiarato: L analisi odierna dimostra che la nostra strategia, imperniata sulla promozione degli investimenti, sulla prosecuzione delle riforme strutturali e su politiche di bilancio sane, sta dando i suoi frutti.

Per questo motivo, anziché illudere le persone con promesse che non possiamo rispettare, dovremmo mantenere la rotta e adoperarci ulteriormente per sormontare il retaggio della crisi e le carenze strutturali delle nostre economie. Le politiche dell UE e degli Stati membri dovrebbero mirare a rendere le nostre economie più resilienti e ad estendere a tutti gli effetti positivi della ripresa.

La commissaria Marianne Thyssen, responsabile per l Occupazione, gli affari sociali, le competenze e la mobilità dei lavoratori, ha dichiarato: L Europa sta facendo progressi reali. L occupazione è in costante crescita e le retribuzioni iniziano ad aumentare. Ora che stiamo tornando a una crescita moderata, dobbiamo approfittarne per lottare con maggiore energia contro il rischio di povertà e le disparità di reddito e di opportunità.

Il commissario Pierre Moscovici, responsabile per gli Affari economici e finanziari, la fiscalità e le dogane, ha dichiarato: Negli ultimi dodici mesi, molti paesi dell UE hanno compiuto progressi supplementari, anche se non ancora sufficienti, nell affrontare le sfide economiche fondamentali.

In questo periodo di iltributarista L analisi contenuta nelle relazioni per paese pubblicate dimostra che, nella maggior parte degli Stati membri, la ripresa economica ha contribuito a ridurre i tassi di disoccupazione, sebbene questi superino ancora i livelli pre-crisi.

Gli esami approfonditi contenuti in alcune delle relazioni indicano che i forti disavanzi delle partite correnti sono stati corretti e che l elevato stock di debito privato, pubblico ed esterno sta diminuendo in proporzione del prodotto interno lordo. Permangono tuttavia diversi rischi: i forti disavanzi delle partite correnti vengono aggiustati solo in misura limitata, mentre in alcuni Stati membri il settore finanziario risente dell elevato stock di crediti deteriorati Relazione sulla situazione del debito in Italia La Commissione ha inoltre adottato una relazione sull Italia a norma dell articolo , paragrafo 3, del trattato sul funzionamento dell Unione europea TFUE in cui esamina la conformità del paese con il criterio del debito stabilito dal patto di stabilità e crescita e i tempi previsti per il percorso di riduzione del debito.

Tuttavia, la decisione di raccomandare o meno l avvio di una procedura per i disavanzi eccessivi sarà presa solo in base alle previsioni di primavera della Commissione, tenendo conto dei dati sui risultati di bilancio per il e dell attuazione degli impegni di bilancio assunti dalle autorità italiane nel febbraio Formato digitale con codice QR Tessera Lapet Disponibile sull App dell associazione di Lucia Basile S empre al passo con i tempi la struttura organizzativa e tecnologica della Lapet che, fin dallo scorso anno, attraverso la pubblicazione sui market place dell App dell associazione, ha reso disponibile il tesserino in formato digitale.

Uno strumento che si conferma all avanguardia e che giunge a completamento di un percorso avviato dal , quando gli associati potevano, accedendo alla propria area riservata dal sito scaricare la tessera associativa in formato elettronico e salvarla quindi come immagine sul proprio cellulare. Tutti gli iscritti dunque, portando con sè esclusivamente lo smartphone potranno godere di innumerevoli e pratici vantaggi, quali, solo per fare qualche esempio, avere sempre con sè un documento valido presso tutti gli uffici dell amministrazione finanziaria, enti pubblici e privati; registrare in tempo reale la loro presenza agli eventi Lapet e ottenere direttamente il riconoscimento dei relativi crediti formativi.

Uno strumento pensato quindi anche al fine di potenziare il sistema dell aggiornamento professionale, assicurando, attraverso la verifica dell apprendimento, l adeguata qualità della prestazione.

L aggiornamento professionale infatti è uno degli elementi più qualificanti dell attività svolta dall associazione. In tal senso, tanto la collaudata formula di apprendimento a distanza e-learning, quanto la nuova modalità di registrazione elettronica delle presenze, rappresentano strumenti utili a rendere sempre più immediata, incisiva e completa la formazione degli iscritti, garantendo, allo stesso tempo, l utenza sulla qualità della prestazione dei nostri tributaristi ha chiarito il presidente.

Il sistema di attestazione, come previsto dalla citata legge all art. Tutelare la fede pubblica è il principio che sorregge la nostra attività politico-associativa fin dalla nostra costituzione A ulteriore garanzia dell utenza, dal punto di vista patrimoniale, tutti i tributaristi Lapet sono coperti dalla polizza professionale obbligatoria, anch essa gratuita all atto dell iscrizione. Una copertura rischi estremamente valida sia per il tributarista che per i suoi clienti, con un massimale di un minimo iniziale di 1milione di euro.

Circa la pubblicità degli elementi informativi che rappresentano utilità per il consumatore, come previsto dalla citata legge all art. Infatti, grazie al superamento di apposito esame, sin dal , numerosi sono i nostri iscritti che hanno conseguito la qualifica di tributarista certificato.

Pertanto, anche per il , l associazione continuerà ad attestare oltre la regolare iscrizione, la copertura assicurativa, l assolvimento dell obbligo di aggiornamento professionale, l eventuale certificazione rilasciata da ente terzo. In particolare, come previsto dall incarico: Detrazioni fiscali, Comunicazioni, Fatturazione, Documentazione. Durante l intervento del docente, supportato da apposita documentazione riprodotta su supporto informatico, i partecipanti hanno avuto ampio coinvolgimento nel dibattito.

Fra l altro, al termine del corso, sono stati chiariti molti dei punti e dei dubbi interpretativi delle norme che regolano la complessa materia. La mediazione in Italia non ha avuto un percorso facile, sin dalla sua emanazione. Nel contempo, va riconosciuto che il Ministro della Giustizia On. Orlando ha più volte affermato che, di fronte al pesante fardello rappresentato dall arretrato civile, bisognava intervenire favorendo strumenti di risoluzione alternativi alla giurisdizione già presenti nell ordinamento ed in particolare ad un ulteriore allargamento delle mate- rie obbligatorie destinate alla mediazione.

A tal fine, nel marzo scorso è stata istituita una commissione di studi ad hoc, con la finalità di segnalare proposte dirette all armonizzazione e razionalizzazione del quadro normativo vigente. Entrando ora nel merito della proposte contenute nella relazione consegnata al Ministero, ci trova decisamente concordi la proposta relativa all opportunità che sin dal primo incontro la procedura diventi immediatamente operativa.

A supportare tale misura ci sono anche i dati statistici che dimostrano come, con la partecipazione diretta delle parti, aumentano le risoluzioni delle controversie. Sebbene tale misura consentirebbe la sopravvivenza dell istituto, lo stesso rischia di finire, ancora una volta, nel limbo della provvisorietà ha aggiunto Falcone.

In merito poi all ampliamento delle materie obbligatorie, i tributaristi ritengono sia necessario fare ancora di più. Un altro tassello importante è la previsione dell obbligo di partecipazione per le Pubbliche Amministrazioni e il non dar luogo a responsabilità amministrative e contabili per il rappresentante dell Ente, salvo nei casi di dolo o colpa grave. Circa la proposta di cui all art. Importanti sono poi le misure rivolte a fornire informazioni al pubblico art.

Cagliari. I tributaristi all’Università per la fattura elettronica

Un aspetto questo fondamentale per favorire la diffusione della cultura della mediazione, sebbene, per poter raggiungere gli obbiettivi di diminuzione dell arretrato civile e di semplificazione della Giustizia, bisognerebbe porre in essere una massiccia campagna mediatica che faccia conoscere ai cittadini il vero volto e le potenzialità della mediazione ha suggerito Falcone.

Antonio Amendola iltributarista Modifiche agli articoli 7, 10 e 21 del Regolamento Nazionale come da testo pubblicato allegato 1 sul sito web iltributarista. Bilancio consuntivo anno e preventivo anno ; 5. Varie ed eventuali. Relazione del Presidente Nazionale sull andamento dell associazione; 2. Modifiche agli articoli 7, 10 e 21 del Regolamento Nazionale come da testo pubblicato allegato n.

Registrazione partecipanti La registrazione dei partecipanti avrà inizio dalle ore 08,30 del giorno 28 aprile Basterà recarsi, muniti di tessera digitale Lapet, al tavolo di segreteria, all ingresso della sala congressi. I partecipanti Potranno partecipare all assemblea tutti gli Associati iscritti ed in regola con la quota associativa.

Gli associati che non partecipano fisicamente all assemblea nazionale potranno esprimere il loro voto sui punti 2 e 4 dell o. Accedendo alla propria area riservata del sito web iltributarista. Il voto confluirà in apposita urna elettronica gestita esclusivamente dal webmaster del sito web iltributarista. La delega, una volta compilata in ogni campo, è inviata elettronicamente sia alla sede nazionale che al delegante.

Il delegante, ricevuta la delega nella sua casella di posta elettronica, avrà cura di stamparla, firmarla e consegnarla al delegato. L espressione del voto elettronico annulla e sostituisce eventuale delega rilasciata ad altro associato. Informazioni L assemblea nazionale sarà trasmessa in diretta streaming. Roma, 24 febbraio il Tributarista. Allegato n. Le motivazioni giuridiche si riassumono: 1 Mancata previsione della delega nello statuto; 2 Applicazione del principio del voto singolo previsto dall articolo 5 comma 4 -quinquies del decreto legislativo 4 dicembre n.

Il che pare eccessivo e lesivo dei principi di democraticità Pertanto, obiettivo del Consiglio direttivo nazionale è quello di promuovere una più alta partecipazione degli associati alle assemblee mediante una presenza fisica degli stessi o in caso d impedimento con la partecipazione indiretta, ma sempre personale, mediante l utilizzo del voto elettronico. In definitiva le modifiche proposte tendono all eliminazione del voto per delega con il rafforzamento del principio di partecipazione democratica diretta mediante l espressione del voto in assemblea anche con l utilizzo del voto elettronico.

Sulla base delle considerazioni esposte si è proceduto a modificare il testo degli articoli citati la cui nuova formulazione è la seguente e sulla quale si chiede di esprimere il voto: Articolo 7 L'Assemblea ordinaria degli Associati è validamente costituita: in prima convocazione quando è presente la maggioranza assoluta degli Associati in regola con il pagamento della quota annuale; in seconda convocazione, con qualsiasi numero.

Le deliberazioni dell'assemblea degli Associati sono prese a maggioranza semplice dei voti espressi dagli iscritti. L'Assemblea è aperta dal Presidente Nazionale il quale, verificata la validità della riunione in prima o in seconda convocazione, invita i presenti con diritto di voto ad eleggere il Presidente dell'assemblea ed il Segretario. I lavori assembleari sono aperti dal Presidente Nazionale con la relazione sull'andamento dell'associazione.

Di seguito, il Presidente dell'assemblea da' lettura dell'ordine del giorno e ne regola il funzionamento. Le votazioni e le elezioni assembleari, salvo diversa scelta dell'assemblea, avvengono per alzata di mano, con controprova qualora non vi sia larga maggioranza. Le votazioni che riguardano le persone possono svolgersi a scrutinio segreto.

I verbali dell'assemblea degli Associati sono conservati in apposita raccolta presso la Sede Nazionale per la consultazione da parte degli Associati. Articolo 10 Le Assemblee regionali degli associati ai sensi dell'art. E ammesso il voto elettronico. L'Assemblea è aperta dal Delegato Regionale il quale, verificata la validità della riunione in prima o in seconda convocazione, invita i presenti con diritto di voto ad eleggere il Presidente dell'assemblea ed il Segretario. Il Presidente dell'assemblea dà lettura dell'ordine del giorno e ne disciplina il funzionamento.

L'Assemblea decide a maggioranza semplice dei voti espressi dagli iscritti; le votazioni, salvo diversa scelta dell'assemblea, avvengono per alzata di mano, con controprova qualora non vi sia larga maggioranza. Entro 30 giorni dalla deliberazione il presidente dell'assemblea trasmette l'originale del verbale alla segreteria della sede nazionale. I verbali dell'assemblea Regionale degli Associati sono conservati in apposita raccolta presso la segreteria della Sede Nazionale per la consultazione da parte degli Associati.

Articolo 21 L'Assemblea provinciale degli associati è validamente costituita: in prima convocazione, quando è presente la maggioranza assoluta degli Associati in regola con il pagamento della quota annuale; in seconda convocazione, con qualsiasi numero.

Le deliberazioni degli Associati sono prese a maggioranza semplice dei voti espressi dagli iscritti. L'Assemblea è aperta dal Presidente provinciale il quale, verificata la validità della riunione in prima o in seconda convocazione, invita i presenti con diritto di voto ad eleggere il Presidente dell'assemblea ed il Segretario.

Entro 30 giorni dalla deliberazione il presidente dell'assemblea trasmette copia del verbale alla sede nazionale. I verbali dell'assemblea degli Associati sono conservati in apposita raccolta presso la Sede provinciale per la consultazione da parte degli Associati.

Studio di Consulenza Tributaria & Fiscale di Daniela Guidotti

Il presente testo costituisce parte integrante dell avviso di convocazione dell Assemblea nazionale degli associati del Roma, 24 febbraio il Tributarista In sostanza il Legislatore ha voluto costruire, in un ottica puramente strumentale, un vero e proprio patrimonio separato di destinazione per soddisfare i bisogni della famiglia e garantirne la sua stabilità economica. Orbene, né il fondo e i suoi frutti possono essere oggetto di azioni esecutive per debiti che il creditore conosceva essere stati contratti per scopi estranei ai bisogni della famiglia.

Ed allora, evidente è la deroga al principio generale della responsabilità patrimoniale sancito dall art. Ecco che, i creditori generali potranno far valere le proprie pretese su tutti i beni del debitore esclusi quelli oggetto del patrimonio separato.

Quest ultimi, infatti, saranno protetti da un vincolo di destinazione che li rende necessariamente aggredibili soltanto, come sottolineato, dai creditori che vantino speciali ragioni di credito.

Nello specifico, va evidenziato quanto previsto sul punto dall art. Alla luce di quanto detto, la questione che spesso si è posta è quella di stabilire se la disposizione in parola rappresenti un limite all attività esecutiva e cautelare posta in essere dagli agenti della riscossione ex concessionari ed in particolare se i beni facenti parte del fondopatrimoniale siano suscettibili di ipoteca, ex art. A dissipare ogni dubbio,la Suprema Corte con sentenza del 7 luglio n.

Lo afferma la Cassazione nella sentenza n del 4 marzo Spesso, infatti, il fondo patrimoniale viene usato in frode ai creditori, e l esperibilità dell actio pauliana costituisce un valido rimedio. In proposito, è opportuno precisare che la costituzione del fondo patrimoniale da parte di uno o di entrambi i coniugi, anche qualora non determini un effetto traslativo, si ritiene rientri nella nozione di atti di disposizione contemplata dagli artt ss.

A tal riguardo, si osserva che laddove l atto di costituzione del fondo sia anteriore rispetto all insorgenza del diritto di credito, il creditore, allo scopo di rendere inefficace nei suoi confronti l atto, dovrà dimostrare oltre alla scientia damni anche l esistenza del consilium fraudis da parte del debitore, inteso come la consapevolezza dei coniugi di arrecare danno alle ragioni creditorie.

Quest ultima situazione è solo implicitamente prevista dalla norma. Quindi, secondo la Cassazione, il fondo in queste situazioni non è protettivo, perché la legge non accorda protezione in questo caso.

Cosi, se sia dimostrato che il debito di qualsivoglia natura: contrattuale, extracontrattuale o tributaria rientra in questo ambito, il fondo non si presta a proteggere i beni che vi sono vincolati.

L onere della prova dei presupposti di applicabilità dell articolo cod. In virtù delle citate norme, gli ordinari termini di decadenza per l accertamento sono raddoppiati qualora il pubblico ufficiale, nell esercizio delle sue funzioni, constati una violazione per la quale sussiste l obbligo di denuncia ai sensi dell articolo c.

L art. Legge di stabilità o Finanziaria Ed allora, queste ultime condizioni riprendono quelle racchiuse nell art. Sicchè, la giurisprudenza sul punto è alquanto altalenante. Orbene, numerose pronunce delle diverse Commissioni di merito finora sembrano fornire una interpretazione favorevole al contribuente, ritenendo che la legge di Stabilità n. In altri termini, il raddoppio dei termini di accertamento opera, anche per il passato, solo se la notizia di reato è stata inviata alla Procura della Repubblica entro la scadenza ordinaria del termine di accertamento.

Pertanto, la giurisprudenza tributaria di merito valorizzando la mancata riproposizione della clausola di salvaguardia da parte della Legge di Stabilità per il , ha concluso per l intervenuta abrogazione di tale clausola alla luce della normativa sopravvenuta, considerato che, disciplinando le norme in esame la medesima materia, non poteva farsi applicazione del principio di specialità.

La questione al momento si presenta, pertanto, abbastanza contorta, per cui si spera che tra le incertezze interpretative originate dalla suddetta disposizione ed i contrastanti orientamenti giurisprudenziali succedutisi nel tempo, il legislatore intervenga nuovamente sulla materia, facendo finalmente chiarezza sulla vicenda. La seconda parte dell articolo Rottamazione delle cartelle e processo tributario pubblicato su Il Tributarista n.

Prosegue il pressing politico dei tributaristi che, nell ambito di Cna professioni, sono stati uditi il 12 gennaio scorso presso l XI Commissione lavoro di Montecitorio. Giova sottolineare che il mondo delle professioni ha subito negli ultimi anni un importante evoluzione in risposta ai nuovi bisogni delle imprese e della società, una continua espansione che, come più volte abbiamo sottolineato, necessita di una regolamentazione innovativa e per molti versi rivoluzionaria rispetto agli schemi lavoristici di matrice novecentesca.

All interno di questo mutato quadro di riferimento spiccano, in particolare, le nuove professioni, quelle organizzate dalla legge n. Nel corso dell audizione, al fine di rendere più efficaci le misure, i rappresentanti di Cna professioni hanno suggerito importanti proposte di modifica al provvedimento. Per quanto riguarda l art.

Con riferimento all art. Tra le altre proposte poi, di rilievo quella rivolta a definire in modo inequivocabile le caratteristiche che escludono il professionista dal pagamento dell Irap per l assenza dell autonoma organizzazione. Si auspica, inoltre, l introduzione di modifiche volte a favorire forme di aggregazione e di organizzazione tra professionisti quali reti, consorzi, Ati, co-working, non solo per agevolare l accesso dei professionisti ai bandi di gara, ma anche per aiutarli nella crescita, nello sviluppo e nell ottimizzazione della gestione della loro attività professionale.

Il presidente nazionale Lapet Roberto Falcone, nonché vicepresidente Cna Professioni, ha precisato: Le misure che il testo, approvato in prima lettura al Senato, ha già recepito, rappresentano importanti riconoscimenti che viaggiano nella direzione che da anni suggeriamo al fine di vedere riconosciute sempre più tutele ai lavoratori e lavoratrici autonome.

Ed infatti, ha aggiunto il presidente Cna Professioni Giorgio Berloffa: Condividiamo la finalità del disegno di legge poiché viene affrontato per la prima volta il tema del lavoro autonomo in una prospettiva regolatoria e non di mera assimilazione alla subordinazione. Nel corso dell audizione, al fine di rendere più efficaci le misure, i rappresentanti di Cna Professioni hanno suggerito importanti proposte di modifica al provvedimento.

Con riferimento alla sicurezza e protezione sociale delle professioni ordinistiche, se ne propone l estensione ai professionisti iscritti alla Gestione Separata INPS, anche in ragione dell ammontare dell aliquota versata, più alta rispetto a quella dei professionisti ordinisti.

Tra le altre proposte poi, di rilievo quella rivolta a definire in modo inequivocabile le caratteristiche che escludono il professionista dal pagamento dell IRAP per l assenza dell autonoma organizzazione.

Si auspica, inoltre, l introduzione di modifiche volte a favorire forme di aggregazione e di organizzazione tra professionisti quali reti, consorzi, ATI, co-working, non solo per agevolare l'accesso dei professionisti ai bandi di gara, ma anche per aiutarli nella crescita, nello sviluppo e nell ottimizzazione della gestione della loro attività professionale.

Per quanto riguarda l ampliamento delle prestazioni di welfare a fronte di eventi quali maternità, malattia e infortunio, è necessario introdurre nei casi di malattia grave, oltre alla sospensione del pagamento dei contributi previdenziali e assicurativi, anche la previsione della sospensione del pagamento delle imposte ha suggerito Falcone.

In ultimo, al fine di valorizzare, ampliare, aggiornare costantemente il dibattito sulle tematiche del lavoro autonomo e di quelle ad esso correlate, si ritiene che possa significativamente essere utile l istituzione di un Tavolo permanente presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali composto dai rappresentati del ministero, dai sindacati, dalle parti datoriali e dalle associazioni di settore più rappresentative a livello nazionale con il compito di formulare proposte ed indirizzi operativi in materia di politiche del lavoro autonomo.

In definitiva, ha concluso Falcone: auspichiamo che le misure suggerite e non ancora accolte, insieme a quelle già recepite, possono davvero rappresentare l inizio di una nuova stagione per i professionisti tutti ordinistici e non , in quanto perseguono un obiettivo generale assolutamente condivisibile: dare pieno riconoscimento alle esigenze di natura fiscale, previdenziale e di welfare, di una realtà importante che contribuisce in maniera decisiva alla modernizzazione dell Italia e alla crescita del PIL.

E per questo che proseguiremo nel nostro pressing politico affinchè tali suggerimenti possano diventare parte integrante del testo di legge.

Infatti, con l attestato la Lapet certifica che il professionista è un La certificazione a Norma Uni è garanzia della qualità professionale del tributarista. Oggi, dunque, a distanza di oltre tre anni dalla pubblicazione della norma tecnica Uni del tributarista, anche il governo e le istituzioni stanno dando pieno riconoscimento al suo valore.

Ultimo in ordine di tempo, la delibera n. In particolare, il punto 2. Circa la pubblicità degli elementi informativi che rappresentano utilità per il consumatore, più un valore legale oltre che formale.

Infatti, ritenendo come previsto dalla citata legge all art. Inoltre, sempre dal medesimo sito è possibile accedere ad uno sportello per il cittadino di cui all art. Un riconoscimento conferito all associazione, a fronte del contributo offerto in tutti questi anni, nella promozione della certificazione del tributarista, dalla Fac Certifica.

Pertanto, mentre sui quotidiani specializzati si legge ancora della persistenza di difficoltà applicative da parte di alcune categorie professionali, per la Lapet l Rc professionale è prassi consolidata da anni. Senza considerare poi che la polizza in questione, oltre a essere sottoscritta con primaria compagnia assicurativa a livello mondiale, ha una copertura ad ampio raggio, con un massimale iniziale di 1 milione di euro.

Riguarda, solo per citarne alcune, l attività di perito ed esperto in tributi, incluse attività di mediazione, responsabilità civile professionale, l attività di revisore in enti privati e pubblici, responsabilità civile verso terzi per conduzione di locali adibiti a uffici e responsabilità civile verso prestatori di lavoro. Tributarista, garantita la formazione di qualità Rinnovata l intesa tra Lapet e Università Unitelma Sapienza, siglata dal presidente nazionale Roberto Falcone e dal rettore Francesco Avallone.

L accordo, in considerazione del successo delle passate edizioni, prevede anche per l anno l attivazione del Master e del Corso di perfezionamento sulla figura professionale del tributarista. Sono i due percorsi universitari che l Associazione nazionale tributaristi Lapet e l Università Unitelma Sapienza hanno avviato fin dal con lo scopo di formare la figura del tributarista professionista.

Si tratta di opportunità esclusive, in quanto consentono, oltre ad una formazione completa circa la professione del tributarista e conseguente ampliamento del proprio curriculum vitae, anche l ottenimento del riconoscimento di Crediti formativi universitari, utili nel prosieguo della carriera universitaria.

Tra le novità , la Lapet mette a disposizione degli iscritti al Master e al Corso, gli studi dei tributaristi associati per l attività di tirocinio, per altro regolato dal nuovo contratto collettivo nazionale di lavoro si veda ItaliaOggi del 17 dicembre La compiuta frequenza al Master o al Corso è considerata requisito utile per accedere all associazione e costituisce attività idonea per l assolvimento all obbligo di aggiornamento professionale previsto dal regolamento.

Destinatari del Master sono i tributaristi e gli aspiranti tributaristi, nonché gli esperti di contabilità fiscale e tributaria, in possesso di laurea triennale, quadriennale, specialistica e magistrale in Economia, Giurisprudenza, Scienze dell amministrazione, Scienze politiche, o in altre discipline equipollenti. Il Corso fornisce fondamentali competenze specialistiche sugli specifici profili giuridici, economici e organizzativi che attengono all esercizio dell attività di consulenza fiscale e tributaria, approfondendo le tematiche relative alla gestione economico-finanziaria.

Destinatari del Corso sono i tributaristi e gli aspiranti tributaristi, nonché gli esperti di contabilità fiscale e tributaria, in possesso di titolo di scuola media superiore. Possono partecipare anche laureati di primo e secondo livello. Sia il Master che il Corso sono proposti in modalità esclusivamente online, in modo da permettere di seguire le lezioni comodamente, secondo le proprie esigenze professionali e personali.

E, non è tutto, l associazione, da sempre sensibile e pronta a sostenere concretamente l attività di aggiornamento e formazione professionale, ha reso disponibile la nuova edizione del Manuale del Tributarista.

Tanto altro ancora è possibile conoscere collegandosi al sito Lapet www. Per le immatricolazioni, tutte le informazioni sono riportate sempre sul sito dell associazione al link Convenzioni. Anticipando notevolmente i tempi normativi che ne hanno disposto l obbligatorietà dal 15 agosto , fin dagli anni 80 la Lapet ha stipulato le prime polizze RC professionali. Dal ha realizzato un iniziativa che rende automatica e soprattutto gratuita la copertura del rischio professionale all atto dell iscrizione o del rinnovo della quota associativa.

Oggi, quindi, siamo in grado di garantire all utenza e alla Pubblica Amministrazione che un tributarista qualificato Lapet è sempre un professionista assicurato ha aggiunto Falcone. Marilù Giannone. Pubblicato in Attualità. Forse, finalmente, quella tragedia ha raggiunto un più o meno diffuso livello di conoscenza comune. Continua a leggere. Pubblicato in Spazio Libero. Oggi voglio parlare di intoccabili e di fascismo degli intoccabili.

Nella cultura occidentale sono tutti coloro che non possono o non vogliono essere oggetto di critiche o controllo. Pubblicato in Roma Capitale. Un declino lento quello dello storico Bar Hungaria, locale storico nel cuore del quartiere di Parioli di Roma.

Chiarissimi i riferimenti alle presenti scelte economiche ed ai loro rischi: recessione, non applicabilità di taluni scopi del programma, perdita di lavoro, angustianti orizzonti, dissestato futuro nazionale. Più cauto ma profondamente padrone dei suoi assunti nel merito di visioni economiche dello Statista Umberto Vattani. Andreotti , circolo MAE , d'ovidio , giovanni tria , governo , licia ottavi fabbrianesi , luigi maria vignali , Mario Vattani , mattia carlin , Paolo Savona. Si parla infatti, quanto a statistiche, di un incremento delle presenze calcolato in previsione del Il mondo, anche quello che sembra tanto lontano, come quello orientale, ha bisogno della ridente Nazione Italia.

Pubblicato in Lifestyle.

Pubblicato in Professionisti di Impresa. Reddito di Cittadinanza. IRAN , italia.


Articoli popolari: