Travelrave.me

Travelrave.me

DEI CARBOIDRATO PRIMA GARA BODY BUILDING SCARICARE

Posted on Author Mazutaxe Posted in Giochi


    Con l'evolversi del bodybuilding oltre a puntare l'attenzione all'aumento delle masse di carboidrati), non bere acqua o ore di aerobica poco prima di una gara, che gli atleti tengano nella dieta i carboidrati anche nel periodo di scarica e li. come è bene comportarsi per la ricarica nel contesto del bodybuilding. Nei 3 giorni di scarica occorre ridurre progressivamente i carboidrati, di grasso corporeo desiderata almeno una settimana prima della gara. Qesto articolo analizza gli ultimi sette giorni prima di una gara e dovrebbe fornire definito e vascolarizzato a un gruppo di giudici in una gara di bodybuilding. Tuttavia, può succedere che a causa della dieta povera di carboidrati delle ultime . cool2: A PARTIRE DA 9 GIORNI PRIMA DELLA COMPETIZIONE SI Il Forum del Body Building & Fitness - Powered by vBulletin GRAMMI DI PROTEINE,0,4 GRAMMI DI CARBOIDRATI,POCO PIU' DI 50 MG DI SODIO.

    Nome: dei carboidrato prima gara body building
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file: 38.49 Megabytes

    Partiamo dalla mia esperienza di Mister Universo a Miami del 12 Novembre Pianificata alimentazione e piano di allenamento e si parte, mi allenavo 5 giorni a settimana con i pesi e 2 volte a settimana facevo il cardio 7 su 7. Sabato gara, il mio peso era di 61 kg, con pelle sottile, muscoli pieni e una buona vascolarizzazione.

    Risultato ottimo con vittoria! Stai commentando usando il tuo account WordPress. Stai commentando usando il tuo account Google. Stai commentando usando il tuo account Twitter.

    Si è visto che questo metodo permette di raggiungere livelli di glicogeno intorno ad addirittura 50gr per Kg di muscolo! Cosa serve il carico di glicogeno per una gara? La trasformazione sarà spettacolare. Uno dei segreti del pluricampione Lee Haney, come ci ha confidato nel suo recente soggiorno in Italia, è stato proprio il suo approccio scientifico alla gara con il metodo della ricarica.

    Ma vediamo ora nei dettagli come è bene comportarsi per la ricarica nel contesto del bodybuilding.

    Menu di navigazione

    In pratica fate almeno 20 set di 20 ripetizioni per gruppo: si dovrà cioè intraprendere una quantità di lavoro superiore a quella cui si è abituati, per ottenere una supercompensazione. In questo particolare periodo è meglio non allenare gli addominali, per non favorirne una ricarica col risultato di ingrossare la vita.

    Ma quanti carboidrati occorre mangiare per una ricarica ottimale?

    Occorre aggiungere poi quelli necessari per il metabolismo basale e per un minimo di movimenti, cioè grosso modo altre calorie al giorno.

    Alle calorie dei carboidrati aggiungeremo quelle delle proteine, 1 gr per chilo di peso: una quota maggiore in questa fase non è certo necessaria il soggetto non si allena e la massa muscolare ormai è quella che è , ed ogni eventuale eccesso sarà trasformato in grasso. Naturalmente non bisognerà assolutamente limitarsi dal bere durante i giorni di scarica, in quanto si rischierebbe di disidratarsi per la sudorazione causata dai severi allenamenti e per il naturale effetto diuretico di una dieta poveri di carboidrati.

    In realtà una risposta precisa a queste domande esiste, ma solo grazie ad una attenta analisi della fisiologia umana. Ed è stato con molto piacere che ho appreso dal nostro amico Lee come questo approccio scientifico è da anni usato anche in California almeno dai campioni.

    Piccoli eccessi nel bilancio idrico possono comunque essere corretti con vari metodi naturali. Io personalmente preferisco bere la quantità di acqua calcolata o qualcosa in più, e se poi le analisi ultrasoniche che ho la fortuna di poter effettuare con facilità mi informano che ho ottenuto troppa acqua nel sottocute, allora faccio una sauna per eliminare questo surplus.

    Vedete che non è dunque il caso di tentare di perdere acqua con una corsa o con altre attività fisiche, perché questa perdita sarebbe per la maggior parte dovuta alla scissione del glicogeno, vanificando in parte i benefici della ricarica. Fra questi particolare importanza assume il potassio, di cui ci sarà un aumentato fabbisogno, dato che nella ricarica esso entra nella cellula muscolare insieme al glicogeno.

    Frutta e verdura, ed in minor misura pasta e pane, sono tra i cibi ricchi di potassio utilizzabili nella fase della ricarica. Anche la quota di potassio totale da ingerire nei 3 giorni della ricarica va opportunamente calcolata, in rapporto a quella di carboidrati: ometto per brevità tutti i presupposti fisiologici, ricordando comunque che occorrerà introdurne circa 30 miliequivalenti per gr di carboidrati utilizzati ai fini di ricarica.

    Riguardo al tento deprecato sodio, ricordo che il suo apporto deve essere strettamente calcolato, in quanto un eccesso tenderà a richiamare acqua nel sottocutaneo è un minerale tipicamente extracellulare.

    Affrontare una gara di Body Building Natural !

    Un suo difetto invece, causerà crampi che, inutile dirlo, pregiudicherebbero completamente il vostro posedown. A partire dal giorno successivo, per almeno 3 giorni si affronta una fase chiamata deplezione di glicogeno.

    La deplezione è aiutata da esercizi ad alto volume, oltre le 5 serie allenanti e le 15 ripetizioni. Pause molto brevi durante i diversi esercizi aiutano a consumare più velocemente gli zuccheri. Questo passaggio svuota letteralmente il muscolo, che per un breve periodo avrà un aspetto più piatto e appannato.

    La membrana cellulare diventa estremamente permeabile ai carboidrati , e le cellule si riempiranno di sostanze nutritive ben oltre le loro dimensioni normali, dando un aspetto molto più ipertrofico e gonfio al muscolo. L a pelle si distenderà e diventerà estremamente sottile lasciando trasparire striature, dettagli e inserzioni muscolari. A distanza di 12 ore il risultato è sorprendente.

    Preparazione Bodybuilding Natural - Alimentazione

    Il cambiamento di volumi e qualità muscolare sembrerebbe essere stato ottenuto a distanza di anni di sacrifici ed allenamenti, invece è questione di poche ore e di una corretta modulazione dei giusti nutrienti. Dopo la preparazione, è importante e approfittare di questa occasione per vivere una esperienza unica e divertirsi!

    Vuoi Arrivare Anche tu a Questi Risultati? Resta aggiornato sulle ultime novità del Fitness e scopri i consigli dei nostri Personal Trainer, del nostro Fisioterapista e della nostra Nutrizionista.


    Articoli popolari: